Argomento: Ingovernabilità
 

Note sulle elezioni

di SALVATORE COMINU

Il dato più importante delle elezioni di domenica scorsa è ormai acquisito da molti editorialisti al servizio dei grandi gruppi editoriali; non è più in discussione il fatto che “il paese ha votato contro i tagli e i sacrifici”, “contro l’austerity”, contro “l’agenda Monti”.

La scommessa vincente del convitato di pietra

di BENEDETTO VECCHI

Una volta smobilitate le urne elettorali, il grande assente della campagna elettorale – il lavoro vivo – comincia a fare capolino nelle dichiarazioni di vincenti e sconfitti. Sia ben chiaro, nessuna trasversalità.

Pope Gapon e la troika. Nota post elettorale.

di MARCO ASSENNATO

Sono d’accordo: non facciamo premesse, non mettiamo in guardia dai pericoli, non perdiamoci nelle precisazioni.

Dibattito su elezioni e ingovernabilità

Nell’ultimo editoriale abbiamo anticipato alcune linee di tendenza, oggi apriamo una discussione sui risultati elettorali e sullo scenario di ingovernabilità che si è aperto. Lo facciamo a partire dal nostro punto di vista, quello della composizione di classe e delle possibilità di rottura.

→ Populismo, vero fratello della rappresentanza di Giso Amendola

→ I figli della Gabanelli di Sergio Bologna

→ Noterelle sulle elezioni politiche di Alessandro Arienzo

→ L’inverno del nostro scontento. Un bicchiere mezzo vuoto di Girolamo De Michele

→ Brevi appunti sulle elezioni italiane di Andrea Fumagalli e Cristina Morini

→ Note sulle elezioni di Salvatore Cominu

→ La scomessa vincente del convitato di pietra di Benedetto Vecchi

→ Pope Gapon e la troika. Nota post elettorale di Marco Assennato

→ Viva l’ingovernabilità. Una nota leggera di Gigi Roggero

→ Intervista a Giso Amendola su risultato elettorale, crisi e ingovernabilità politica di Radio UniNomade

→ La morte del togliattismo e il pope Gapon. Intervista a Toni Negri di Radio UniNomade

→ La sconfitta dell’anti-Europa comincia in Italia di Franco Berardi Bifo

 

SCARICA IL PDF DEL DOSSIER CON TUTTI I CONTRIBUTI: Uninomade_elezioni2013

Dentro l’ingovernabilità, contro l’austerity: diretta radio


 

Mercoledì 6 marzo, h. 21. Per una discussione aperta sullo scenario post-elettorale, tra un evviva per la sconfitta della sinistra dell’agenda Monti, l’immersione nella composizione e nelle ambivalenze del M5s, e i nodi irrisolti dei movimenti e delle lotte.